Consiglio Comunale del 13 maggio 2011 - AMMINISTRAZIONE    mercoledì 18/05/2011    PERMALINK

In attesa dell'approvazione del verbale del Consiglio Comunale del 13 maggio 2011, si riporta di seguito una descrizione dei lavori svolti in aula. Per la lunghezza degli interventi e la complessità  degli argomenti in discussione risulta difficile riportare dettagliatamente ogni intervento, sostituito pertanto da un breve riassunto. Invito i Consiglieri Comunali e/o il pubblico presente in aula a riportare nei commenti eventuali precisazioni o aggiunte, grazie.

Qualche minuto dopo le 20.00 il Presidente del Consiglio Comunale Alfonso Giovannini coadiuvato dal segretario reggente del comune dott.sa Tatiana Lauriola, dichiara aperta la seduta.

Sono presenti 18 consiglieri comunali (sono assenti giustificati i consiglieri Sandro Valentini e Luisa Dallafior).

Il presidente del Consiglio Comunale Alfonso Giovannini apre la seduta ricordando che questo Consiglio Comunale e' stato richiesto da un quinto dei consiglieri come previsto dall'art. 23 del Regolamento del Consiglio Comunale che recita:

Art. 23 - Richiesta di convocazione del Consiglio

1. Il Presidente del Consiglio e' tenuto a convocare il Consiglio comunale quando lo richieda almeno un quinto dei Consiglieri, inserendo all'ordine del giorno gli argomenti dagli stessi richiesti. La seduta deve tenersi entro 15 giorni dalla richiesta.

2. Il termine di cui al precedente comma decorre dal giorno nel quale perviene al Comune la richiesta dei Consiglieri, indirizzata al Presidente del Consiglio, che viene immediatamente registrata al protocollo dell'ente.

3. Quando nella richiesta e' precisato che per gli argomenti da iscrivere all'ordine del giorno il Consiglio comunale dovrà  effettuare soltanto un esame ed un dibattito generale, senza adottare deliberazioni o risoluzioni, per ciascuno di essi i Consiglieri richiedenti debbono allegare una relazione che illustra l'oggetto da trattare.

Stupito dalla richiesta di applicazione di questo articolo, nato per convocare dei consigli quando la maggioranza o il presidente non hanno intenzione di convocarlo, ribadisce che c'e' sempre stata e sempre ci sarà  la disponibilità  ad inserire degli ordini del giorno proposti dai consiglieri comunali senza dover applicare l'articolo 23 che prevede la convocazione entro 15 giorni con relativi costi a carico dell'amministrazione comunale. Si poteva inserirlo in un normale consiglio comunale assieme ad altri ordini del giorno.

Il consigliere Claudio Rensi dice che i firmatari della richiesta di convocazione (Sergio Anesi, Claudio Rensi, Sandro Valentini, Ambrogio Dalsant) rinunciano al gettone di presenza.

Il consigliere Sergio Anesi afferma che i firmatari si erano dichiarati disponibili ad un rinvio del Consiglio.

Il presidente del Consiglio Comunale Alfonso Giovannini ribadisce che non e' possibile rinunciare al gettone di presenza ma che comunque i consiglieri comunali possono decidere di devolverlo per opere di bene o altro. Rispondendo al consigliere Anesi afferma che se e' stato richiamato l'articolo 23 del regolamento, il Consiglio non poteva essere prorogato.

Il primo punto all'ordine del giorno (l'interpellanza su interventi e iniziative per la frazione di Montagnaga) in accordo con i proponenti viene rinviata al prossimo consiglio comunale in quanto la risposta e' stata consegnata in data odierna ai firmatari.

Si passa quindi al secondo punto all'ordine del giorno ed il consigliere Sergio Anesi da lettura della richiesta di convocazione del consiglio comunale per conoscere lo stato di avanzamento delle opere legate ai Patti Territoriali.

 

Il Sindaco Ugo Grisenti illustra quindi le opere legate ai Patti Territoriali:


Recupero Lago di Serraia: recupero dell'area circostante il lago di Serraia dalla Zona Alberon a Serraia e da Serraia alla Rondinella.

Recupero Doss di Miola:

Recupero Zona Lido:

Sistemazione Colonia Alpina:

Sistemazione spiaggia del Lago delle Piazze:

Sistemazione baita su Costalta:

Parchi gioco nei paesi:

Area stadio del Ghiaccio:

Museo di Valle:

Progetto Ambiente: l'iniziativa prevede il recupero e la sistemazione delle edicole votive e chiesette.

 

Il consigliere Sergio Anesi ringrazia il Sindaco per l'esauriente esposizione e lancia una proposta per rilanciare il Patto Territoriale. Si e' reso conto che la gente non conosce il Patto Territoriale e ribadisce che il patto ha fornito anche l'occasione per dare una immagine unitaria dell'Altopiano. Fa una storia del Patto Territoriale e degli obiettivi che hanno portato alla realizzazione dello stesso. Ricorda che sono stati attivati due bandi e che sono state presentate oltre quattrocento domande di opere pattizie. Suggerisce alla giunta comunale di verificare lo stato delle varianti pattizie. Ricorda che assieme al Comune di Bedollo sono state individuate due opere pubbliche: la Sciovia Pradi-sci e la pista di fondo del Redebus e che occorre verificare lo stato di queste due opere visto il contributo dato dal Comune di Baselga.

Afferma inoltre che per l'opera pattizia di realizzazione di un bivacco a Costalta in collaborazione con l'ASUC di Tressilla vi e' la scadenza del 19/06/2011 e se non si rispetta tale scadenza si perde il relativo contributo. Per i lavori relativi alla Colonia Alpina non c'e' invece una scadenza a breve, ma afferma che per non depauperare il contributo, occorre che tale opera venga realizzata al più presto.

Quindi parla del centro acquatico come rilancio del turismo anche per via delle condizioni del Lago della Serraia. Dice infine che il patto ha portato una barca di soldi e che ora occorre rilanciarlo.

Dispiace constatare che non e' ancora partita l'opera pattizia per il campo arcieri e si rammarica della decisione dell'ASUC di Miola di non portare avanti i lavori legati al patto Territoriale previsti su Costalta.

Ribadisce che l'idea della precedente amministrazione era di coprire tutto il tratto finale del Lago della Serraia e come minoranza sono disposti ad appoggiare un eventuale delibera del consiglio per sollecitare gli uffici provinciali a realizzare tale opera.

Invita a convocare il tavolo di concertazione con maggiore frequenza anche per ragionare su una messa in rete dei due comuni o una unione dei due comuni di Bedollo e Baselga di Pine'.

Il consiglio comunale potrebbe quindi impegnare il Sindaco e la Giunta a:

-       Ultimare i lavori nei tempi previsti

-       Apporre le targhe che indicano che i lavori sono stati realizzati grazie al Patto Territoriale

-       Verificare le opere legate alle richieste di varianti pattizie

-       Promuovere la sinergia tra tutti i partecipanti al Patto Territoriale

-       Studiare una nuova strategia di sviluppo territoriale dell'Altopiano.

Il consigliere comunale Andrea Nardon chiede al consigliere Sergio Anesi di fare avere a tutti i consiglieri comunali la relazione per una opportuna valutazione.

Il Consigliere comunale Rinaldo Anesin esordisce facendo gli auguri di compleanno alla Giunta e al Consiglio visto che e' passato un anno. Afferma che l'opposizione e' espressione della maggioranza della popolazione. La gente che incontra lungo le strade gli chiede come mai i lavori sono fermi e c'e' come la sensazione che qualsiasi opera che e' stata progettata ed iniziata dalla precedente amministrazione (ad esempio la Scuola di Miola, i Poliambulatori) sembra sia rallentata dall'attuale amministrazione.
Ha apprezzato l'intervento del Consigliere Anesi che dimostra quanto la minoranza possa essere propositiva. Invita quindi al dialogo tra le varie componenti del consiglio comunale e gli enti/associazioni presenti nel territorio. Concorda che i Patti Territoriali sono stati una grande idea per l'altopiano e nel contempo auspica che i rapporti con le ASUC ritornino al livello normale.

Parla quindi del fosso di Grauno (o Foss Grant) dicendo che quel terreno falciato e con una staccionata di legno darebbe un contributo all'ambiente.

Vorrebbe quindi sapere cosa sta valutando, quali argomenti sono presi in considerazione dalla Commissione Ambiente.

Il consigliere comunale Tiziano Marisa collegandosi a quanto detto dal consigliere Anesi relativo ai lavori dei Patti Territoriali dice che e' stata la gente a non volere l'opera in Costalta e non il comitato ASUC di Miola in quanto i costi erano elevati perche' non conta solo la realizzazione ma anche il mantenimento delle stesse. Esprime quindi un parere personale sulla costruenda piscina: il padre gli ha lasciato (inteso come costi a carico della comunità ) lo stadio del ghiaccio e lui lascerà  ai suoi figli la piscina.

Il Sindaco Ugo Grisenti nota con favore che la minoranza ha voglia di contribuire all'operato dell'amministrazione. Ricorda che a breve verrà  fatto un giro delle frazioni per illustrare le opere in corso e ascoltare la popolazione e che questo non e' stato fatto in precedenza in quanto non si voleva interferire con le elezioni dei comitati ASUC.

Ricorda che il nuovo Patto di Stabilità  oltre alle difficoltà  già  espresse nei predenti consigli, impedisce anche di assumere operari stagionali e assieme agli altri Sindaci sta verificando come superare queste limitazioni.

Ricorda che l'opera dei Poliambulatori non si può realizzare in quanto e' finanziata con l'avanzo di amministrazione e il Patto di Stabilità  non consente più di usare l'avanzo di amministrazione per queste opere. Il Sindaco afferma che ci sono difficoltà  e risorse limitate e si e' già  incontrato più volte con il Sindaco di Bedollo per vedere di gestire assieme alcuni servizi quali ad esempio le biblioteche. Ribadisce comunque che e' necessario avere maggiore dialogo tra le parti per fare alcune opere.

Sulle opere pattizie dice che non si e' fermi ma che si tra procedendo e che si cerca di completare le opere prima possibile. Concorda che il Patto Territoriale e' stata una occasione per lo sviluppo dell'Altopiano di Pine' ed e' pertanto giusto proseguire in tal senso.

Partiranno a breve delle lettere indirizzate ai privati al fine di ricordare loro di concludere le opere entro la prevista scadenza (dovrebbe essere marzo 2013) e si adopererà  affinche' vengano messe le targhe come richiesto dal consigliere Anesi.

Anche l'attuale maggioranza voleva la copertura di tutto il tratto finale del Lago di Serraia, ma questo attualmente non e' possibile per gli elevati costi e le difficoltà  tecniche per la realizzazione dell'opera evidenziate dai servizi provinciali. Ricorda quindi che il progetto predisposto dalla precedente amministrazione non prevedeva il ponte largo 4 metri e solo dopo ripetuti incontri si e' giunti a tale decisione in modo da dare continuità  alla passeggiata attorno al lago.

Per quanto riguarda il campo arcieri servono circa 600 mila euro per l'acquisizione dei terreni quindi non e' possibile realizzarlo con i 280mila euro previsti dal Patto Territoriale. Ci si adopererà  ora per spostare o rifinanziare l'opera.

Opera relativa alla Sorgente Ferruginosa: il servizio di ripristino ambientale vuole chiudere l'opera in quanto occorre mettere in sicurezza tutto il versante sopra la sorgente i cui costi sono notevoli. Si sta attendendo ora una relazione e poi si valuterà  come proseguire.

Entro fine giugno ci sarà  il parco giochi di Sternigo. Con l'ASUC di Tressilla si sta verificando una diversa disposizione del parco giochi di Tressilla. Per il parco giochi di San Mauro si sta verificando per acquisizione dei terreni.

C'e' una risposta negativa (lettera firmata da tutti i presidenti) delle ASUC a dare i contributi già  deliberati per la realizzazione di alcune opere. l'ASUC di Miola tre giorni prima delle elezioni ha fatto una delibera per non fornire più i contributi previsti per il Patto Territorale.

Per la Colonia Alpina si sta verificando il progetto in quanto ci sono delle perplessità  in quanto l'opera così prevista potrebbe compromettere la stabilità  dell'intero edificio.

Parco acquatico: il Sindaco condivide che e' una opportunità  per lo sviluppo turistico di Baselga di Pine' e sono in corso di realizzazione delle modifiche progettuali (geotermia, pannelli solari, utilizzo del calore prodotto dallo stadio del ghiaccio) che faranno abbattere i costi di gestione energetica del 70%.

Il Consigliere Massimo Sighel ricorda che l'ASUC di Miola ha revocato i contributi previsti per i Patti Territoriali perche' i lavori precedenti non sono stati realizzati come previsto.

l'assessore Bruno Grisenti rispondendo ad Anesin dice che la commissione ambiente sta lavorando su il ripristino ambientale di alcune aree.

Il consigliere Sergio Anesi si augura che con le ASUC si possa instaurare un atteggiamento diverso ed invita le ASUC e l'amministrazione comunale al dialogo.

Il Sindaco Ugo Grisenti dice che si sta valutando di  proporre un bando per l'assunzione di un idraulico in modo che possa affiancare l'attuale idraulico comunale Armando Cadrobbi in quanto quest'ultimo ha espresso la volontà  di andare in pensione.

l'assessore Michele Andreatta informa che il progetto della malga su Costalta ha ottenuto il rinnovo dell'autorizzazione paesaggistica ed ora si sta attendendo la deroga da parte del comune di Bedollo per poter proseguire i lavori.

l'assessore Giuliano Avi porta l'attenzione sul senso civico dei cittadini, chiedendo ed invitando i consiglieri affinche' invitino i cittadini a porre attenzione alle opere e strutture comunali. Racconta quindi due aneddoti: quello di una signora originaria della Germania che chiede visto che non sono ancora state pulite le strade dal ghiaino invernale se può procedere lei stessa a spazzare la strada considerato che in Germania e' una cosa normale; ricorda quindi quanto fatto dalla Circoscrizione Argentario a Trento dove i cittadini si sono adoperati ad fare una serie di lavori (verniciatura delle staccionate, pulitura strade e giardini, piccole riparazioni).

Il consigliere Sergio Anesi dice in risposta all'assessore Avi che allora non e' vero che prima il territorio era sporco come e' stato detto in campagna elettorale ed ora e' pulito.

l'assessore Giuliano Avi ribadisce che le difficoltà  sono dovute anche al fatto che il patto di stabilità  che riduce le possibilità  finanziarie del comune e' in vigore solo da quest'anno.

Il consigliere Tiziano Marisa ricorda che in molti casi e' comunque difficoltoso per il cittadino eseguire determinati lavori in quanto la legge glielo impedisce.

Il consigliere Ambrogio Dalsant e' d'accordo sul diffondere tra i cittadini il senso civico come proposto dall'assessore Giuliano Avi.

Si allontana dall'aula il consigliere Lionello Leonardelli (presenti in aula 17 consiglieri).

Viene quindi illustrato dal Sindaco Ugo Grisenti il terzo punto all'ordine del giorno, la convenzione con i comuni di Civezzano, Fornace e Bedollo per il piano giovani di zona. Ogni comune contribuisce con una quota in proporzione al numero degli abitanti, il capofila del progetto e' il comune di Civezzano e la convenzione dura 5 anni.

La convenzione viene approvata all'unanimità  (17 voti).

Il consigliere Sergio Anesi chiede se il Sindaco vuole parlare di quanto si legge sui giornali al riguardo dell'Azienda per il Turismo.

Il Sindaco Ugo Grisenti dice che prima dell'avvio del Consiglio Comunale ha avuto ulteriori incontri ma per non compromettere i rapporti con Cembra non e' il caso di parlarne.

Alle 22e40 terminano i lavori.

Questo il resoconto non ufficiale della seduta del Consiglio Comunale di Baselga di Pine' del 13 maggio 2011. Si ricorda che per la lunghezza degli interventi e la complessità  degli argomenti in discussione risulta difficile riportare dettagliatamente ogni intervento, sostituito pertanto da un breve riassunto. Invito i Consiglieri Comunali e/o il pubblico presente in aula a riportare nei commenti eventuali precisazioni o aggiunte, grazie.



Post inserito da Insieme per Pine'

Commenta queste righe...



Lorenzo 25/08/2013 - 23:29:
Chiedo una curiosità: Ma quel grande pezzo di bosco in Costalta dove recentemente sono stati tagliati molti alberi, che si può vedere da Montagnaga e Vigo, è per caso il punto in cui faranno il lavoro di recupero della sorgente ferrugginosa?


Miti, Siti e Riti. I giovani del terzo millennio tra fragilita', sogni e tribu'. - AMMINISTRAZIONE    lunedì 16/05/2011    PERMALINK

 
Mercoledi 25 maggio ad ore 20.30 presso il Centro Congressi Pine' Mille si terra' l'incontro-dibattito "Miti, Siti e Riti. I giovani del terzo millennio tra fragilita', sogni e tribu'" con Federico Samaden gia' responsabile della Comunità  di San Patriniano a San Vito di Pergine e ora dirigente dell'Istituto di formazione professionale Alberghiero di Levico e Rovereto, i The Bastard Sons of Dioniso e don Gabriele Bernardi. Modera l'incontro il giornalista Paolo Ghezzi

La Cassa Rurale Pinetana Fornace e Seregnano ringraziera' tutti i giovani presenti consegnando un buono valido per il ritiro dell'ultimo e inedito album dei The Bastard Sons of Dioniso che potrà  essere ritirato presso la sede di Baselga della Cassa Rurale dopo il 15 giugno 2011.


Post inserito da Insieme per Pine'

Commenta queste righe...



Convocazione Consiglio Comunale 13 maggio 2011 - AMMINISTRAZIONE    venerdì 06/05/2011    PERMALINK

Il Consiglio Comunale di Baselga di Pine' e' convocato per il giorno venerdi' 13 maggio 2011 ad ore 20.00 presso la Sala Consiliare della Sede Municipale e verranno trattati i seguenti argomenti:



Post inserito da Andrea Nardon - Insieme per Pine'

Commenta queste righe...



Incontro Insieme per Pine' - INCONTRI    sabato 30/04/2011    PERMALINK

Lunedì 2 maggio 2011 ad ore 20.30 presso la Sala Patti Territoriali (vicino al bar Alpino) si terra' l'incontro periodico dei simpatizzanti di Insieme per Pine'. Saranno presenti i Consiglieri Comunali e gli Assessori del gruppo per illustrare i lavori del Consiglio e della Giunta.

Post inserito da Sandro Zenoniani - Insieme per Pine'

Commenta queste righe...



Questa è la pagina 19 del Blog Insieme per Pine'