APPALTI 2017 - VARIE    martedė 25/07/2017    PERMALINK

SPESE IN CONTO CAPITALE: di seguito i principali appalti ed incarichi effettuati nel primo semestre 2017.



Opera pubblica

Costo complessivo

Societā /ditta aggiudicataria

Progettista


Rifacimento corpo stradale, realizzazione banda larga e marciapiede in Via delle Scuole


euro. 260.479,82

Edilpavimentazioni S.r.l.

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč e ing. Stefano Fontana

Rifacimento manto di copertura dell'Istituto Comprensivo Altopiano di Pinč

euro. 160.000,00

Sartori Costruzioni S.r.l.


Ing. Gianni Michelon

Lavori indispensabili e urgenti volti alla sostituzione di parte della condotta acquedottistica generale sita nel Comune di Bedollo


euro. 300.000,00


FBT Costruzioni Generali S.r.l.


Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Assegnazione lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza dell'adduttrice principale dell'acquedotto generale nella valle del rio Fregasoga


euro. 152.619,95


Tasin Tecnostrade S.r.l.


Ing. Fabrizio De Agostini

Acquedotto generale - serbatoio 'Matio- - formazione troppo pieno aggiuntivo e sistemazione strada d'accesso


euro. 5.242,52


Nicolodi S.r.l.


Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Stadio del Ghiaccio - rifacimento rete idranti e attuazione misure compensative di prevenzione incendi nei locali essiccatoi


euro. 61.479,83

Hollander Idrotermica Pohl Franco S.r.l.


Ing. Paolo Buzzi

Sistemazione area cimiteriale di Montagnaga con realizzazione nuovi loculi ossari/cinerari


euro. 100.000,00

Impianti Casetta S.r.l.

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Rifacimento illuminazione pubblica presso il lago delle Piazze in localitā  Campolongo - Via della Diga


euro. 39.909,00

Costruzioni Elettriche Battan Ivan S.r.l.


P.i. Lorenzo Bendinelli

Lavori di pavimentazione in conglomerato bituminoso e illuminazione dell'area adibita a parcheggio pubblico di superficie in Via Cesare Battisti


euro. 75.677,41


Nicolodi S.r.l.


Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Posa in opera di pavimentazione su percorso ciclopedonale in via del Lido

euro. 23.120,89

Ravanelli Edj S.r.l.

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Restauro lavatoio e sistemazione pertinenze p.f. 7705/1 C.C. Miola - localitā  Valt


euro. 29.695,48

Pinč Edilpose S.n.c.

Arch. Alessandro Giovannini

Posa in opera di parapetti metallici su percorso ciclopedonale in Via del Lido

euro. 13.643,34

Leveghi El Ferar S.n.c.

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Programma di sviluppo rurale 2014 - 2020 - Risanamento recinzioni tradizionali in pietra


euro. 49.990,00


Ioriatti Scavi S.n.c.


Ing. Ciro Angelo Leonardelli

Sostituzione staccionata bordo strada in localitā  Malga a Miola

euro. 5.500,00

Gasperi Graziano

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Rifacimento recinzione lato nord - est Istituto Comprensivo Altopiano di Pinč

euro. 5.800,00

Franzini Costruzioni S.n.c.

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Parco giochi zona Lido - acquisto nuovi attrezzi per ampliamento gioco combinato in robinia

euro. 4.252,00

IL Gabbiano coop. Sociale

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Sostituzione attrezzatura parco giochi in localitā  Ferrari

euro. 3.436,74

Il Gabbiano coop. Sociale

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Integrazione parco giochi spiaggia lago delle Piazze

euro. 15.170,70

Il Gabbiano coop. Sociale

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Manutenzione aree a verde e parchi: potatura e consolidamento piante

euro. 11.834,00

Il Gabbiano coop. Sociale

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Rifacimento area a prato e impianto irriguo nel parco giochi di Corso Roma

euro. 7.847,60

Ravanelli Edj S.r.l.

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Parcheggio pubblico di superficie in Corso Roma - smaltimento acque piovane

euro. 7.666,47

Prada Stefano

Ufficio Tecnico Baselga di Pinč

Realizzazione parcheggio in via del Ferar

euro. 25.734,16

Zampedri Lorenzo S.r.l.

Ing. Fabio Cristelli

Acquisto pali completi di armature per I.P. tratto via di Grauno , dal bivio con via del Lido in direzione Stadio del Ghiaccio / Parcheggio di Campolongo / tratto via del Lido, dal bivio con via di Grauno al nuovo parco attrezzato oltre il Lido



euro. 53.185,00



Luce & Design S.r.l.



p.i. Paolo Anesin

Servizio di ordinamento e inventariazione dell'archivio storico del Comune di Baselga di Pinč e degli aggregati e depositati (1636 - 1975)


euro. 50.000,00


Arcadia soc. coop.

-------

Assegnazione intervento di restauro statue in pietra presso il cimitero di Montagnaga


euro. 4.270,00

Consorzio ARS Conservazione e Restauro Beni Culturali


-------

Intervento di decorazione della facciata principale dell'Istituto Comprensivo Altopiano di Pinč


euro. 2.562,00

Opus di Giorgia Giovannini


---------

Incarico consulenza tecnica per adeguamento normativo ai fini antincendio dell'asilo nido di Rizzolaga


euro. 7.381,99

Ing. Adriano Battisti


--------

Incarico delle verifiche topografiche, della progettazione esecutiva e del coordinamento della sicurezza in fase di progettazione dei lavori di realizzazione della pista interna dell'area estrattiva di S. Mauro per il tratto ricadente sui lotti 2, 3 e 4



euro. 9.565,90



Ing. Andrea Zanetti




---------

Incarico di progettazione preliminare dell'intervento di riqualificazione del piazzale antistante il condominio 'Costalta- nel centro abitato di Baselga


euro.15.562,41


Arch. Mauro Facchini


----------

Incarico redazione variante progettuale realizzazione di un tracciato a scopo turistico ricreativo e di servizio alle proprietā  finitime in localitā  Costalonga del Laghestel


euro. 2.328,38


Dott.ssa Forestale Postal Cristina


--------

Totale investimenti appaltati

1.503.955,59





Un doveroso ringraziamento all'Ufficio Tecnico Comunale, al Segretario Comunale e al Vice Segretario Comunale per la realizzazione progettuale e la gestione amministrativa degli appalti delle opere sopra indicate.



Il Sindaco

Ugo Grisenti







Post inserito da Insieme per Pine'

Commenta queste righe...



Garantire alle minoranze consiliari gli strumenti necessari per svolgere le loro funzioni - INFORMAZIONI    venerdė 21/04/2017    PERMALINK

Quale spunto di riflessione, proponiamo questa mozione della consigliera provinciale Donata Borgonovo Re:



C
ONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

Gruppo consiliare provinciale del Partito Democratico del Trentino

Trento, 23 gennaio 2017

Egregio Signor

Bruno Dorigatti

Presidente del Consiglio provinciale

SEDE

Proposta di MOZIONE n. 524

GARANTIRE ALLE MINORANZE CONSILIARI DEI COMUNI TRENTINI

GLI STRUMENTI NECESSARI PER SVOLGERE LE LORO FUNZIONI ISTITUZIONALI

Da quando il legislatore dei primi anni '90 ha scelto di disciplinare la vita degli enti locali rafforzando il ruolo di Sindaci ed esecutivi, il lavoro dei Consigli comunali ha subito una trasformazione significativa che, naturalmente con le dovute eccezioni, ha spesso coinciso con un indebolimento del ruolo dell'organo collegiale e dei suoi componenti. Soprattutto nei Comuni di minori dimensioni, la perdita di centralita' del Consiglio nei processi decisionali ha talvolta comportato una radicalizzazione stereotipata dei comportamenti dei Consiglieri: quelli di maggioranza ridotti ad avallare con il proprio voto orientamenti e scelte alla cui definizione non hanno partecipato ne contribuito, quelli di minoranza ridotti a contrastare tali scelte. I primi vincolati da un rapporto di fiducia con l'esecutivo che si considererebbe 'tradito' se venissero espressi dubbi, proposte alternative o voti negativi, i secondi condannati ad essere sempre "contro"...

Se le maggioranze riescono a trovare modalita' di maggior coinvolgimento e di maggior partecipazione dei Consiglieri ai percorsi di formazione delle decisioni amministrative, individuando luoghi e occasioni di scambio di informazioni e di condivisione delle conoscenze, le minoranze si trovano spesso ingabbiate non solo in una (spesso voluta) asimmetria informativa che ne limita significativamente le possibilita' di lavoro, ma anche in una marginalita' istituzionale che ne mortifica il senso profondo. All'inizio degli anni '50 Piero Calamandrei scriveva: "Tutti sanno che l'opposizione e' la forza animatrice delle democrazie". Senza una "dialettica di ragionati contrasti" una democrazia non vive ne agisce come tale. Dunque, il ruolo delle minoranze consigliari e' fondamentale per la vita delle amministrazioni locali: mortificare ed esacerbare chi questo ruolo concretamente riveste significa escludere una componente fondamentale del sistema rappresentativo, con il conseguente indebolimento (se non proprio perdita) di valore del senso stesso della democrazia. Ne e' riprova il fatto che al momento delle elezioni amministrative vi sono Comuni nei quali si presenta una sola lista perche' non si trova chi sia disponibile a presentarne una seconda.

Per un'adeguata partecipazione alla vita politico-amministrativa del Comune, tuttavia, e' necessario che i Consiglieri tutti (e quelli di minoranza in modo particolare) abbiano accesso non solo alle informazioni utili allo svolgimento del loro mandato, ma a tutte quelle conoscenze fondamentali di tipo istituzionale e di tipo funzionale senza le quali diviene impossibile svolgere con efficacia i propri compiti. Quindici anni fa era stato predisposto, a tale scopo, un Vademecum del consigliere comunale che presentava in modo ordinato e chiaro il lavoro del Consiglio, il ruolo dei Consiglieri e gli strumenti che l'ordinamento mette a loro disposizione. Numerosi erano poi stati i momenti formativi finalizzati ad assicurare agli eletti (soprattutto se al loro primo mandato) le necessarie conoscenze legislative, regolamentari e statutarie, ma non si e' riusciti a dare continuita' a questi percorsi. Eppure, non possiamo negare che amministratori competenti e preparati diano migliori garanzie di qualita' dell'azione amministrativa e del funzionamento complessivo delle istituzioni locali.

Per i Consiglieri di minoranza la preparazione e la competenza sono ancor piu' necessarie perche' il loro compito di vigilanza sull'attivita' svolta dall'esecutivo risulta naturalmente accentuato e se viene esercitato con puntualita' e rigore tecnico (prima ancora che politico) costituisce un prezioso ausilio per lo svolgimento dei processi decisionali. Certamente, le maggioranze tendono ad ignorare o a disconoscere il valore istituzionale delle minoranze e generalmente mal ne sopportano i richiami, le contestazioni o le proposte alternative. "La logica dell'esecutivo "onnipotente" tale da spingere Sindaci, maggioranze consigliari e gli stessi Segretari comunali - che pure dovrebbero pienamente svolgere il proprio ruolo di garanti della legittimita', correggendo e non assecondando gli errori dell'esecutivo- a considerare le minoranze un fastidioso impiccio. Sembra quasi che il dialogo, la discussione, il confronto reciproco costituiscano inutili freni ad una efficiente e tempestiva capacita' decisionali e non, invece, preziosi strumenti di democrazia e fondamentali ausili ad una piu' completa, consapevole, condivisa lettura dell'interesse pubblico". Cosi' scriveva la Difensore civico nella sua Relazione annuale del 2005, analizzando le numerose richieste giunte al suo ufficio da parte di minoranze consigliari cui veniva reso particolarmente difficile l'esercizio del loro ruolo in seno all'amministrazione comunale di appartenenza.

"Naturalmente, l'Ufficio non e' mai intervenuto quando la questione riguardava il merito dell'azione politica ed amministrativa condotta dall'esecutivo dell'Ente (...). Il Difensore civico interviene pero' in tutte quelle situazioni in cui non siano correttamente rispettate le norme legislative, statutarie o regolamentari cui deve attenersi il funzionamento dell'organo rappresentativo e, complessivamente, l'azione dell'amministrazione comunale. In mancanza di una cultura del dialogo, si vorrebbe che almeno le regole venissero rispettate perche' si tratta di regole poste a garanzia dei diritti e delle prerogative di soggetti, i Consiglieri di minoranza, preposti alla cura di interessi pubblici" (2005, pag. 54).

Sebbene quindi il Difensore civico garantisca, oggi come ieri, ai Consiglieri un intervento a tutela delle loro prerogative se illegittimamente violate dalle amministrazioni, rimane da valutare in che modo sostenere l'azione delle minoranze fornendo loro adeguati supporti conoscitivi e formativi che ne qualifichino stabilmente le funzioni. E' noto come tale compito non possa essere svolto dal Consorzio dei Comuni che, in quanto struttura di servizio degli Enti associati, si rapporta con i Sindaci e risponde alle richieste che i Sindaci presentano. Dunque, se anche le minoranze consigliari volessero porre quesiti in uno dei numerosi settori presidiati dagli esperti del Consorzio, non potrebbero farlo direttamente ma dovrebbero presentare la richiesta al loro Sindaco; l'esito dipendera' dalla qualita' delle relazioni personali e istituzionali, ma anche dal contenuto dell'istanza- troppe variabili che rendono incerto l'uso del possibile strumento.

Non si puo' neppure pensare di affidare solo ai partiti politici il compito di fornire regolarmente ai Consiglieri quel sostegno tecnico e informativo di cui necessitano: nella maggior parte dei Comuni la presenza di liste civiche (sia al governo, sia all'opposizione) ha spostato al di fuori dei partiti la dialettica tra cittadini, eletti ed istituzione comunale. Rendendo necessario attivare nuovi e diversi strumenti di supporto e spingendo semmai le minoranze consigliari a coordinarsi tra loro, su dimensioni territoriali, per condividere esperienze e conoscenze e per sostenersi reciprocamente.

Tutto cio' premesso, il Consiglio provinciale impegna la Giunta

1) Ad individuare espressamente forme e luoghi di supporto alla funzione dei Consiglieri comunali, sia di maggioranza sia di minoranza, presso il servizio autonomie locali ed eventualmente in collaborazione con il servizio regionale competente;

2) Ad intensificare e rafforzare i percorsi di formazione ed aggiornamento per i Consiglieri comunali, in collaborazione con il Consorzio dei Comuni;

3) A riferire entro sei mesi alla Commissione consigliare competente in merito alle iniziative avviate ed alle loro ricadute rispetto al funzionamento dei Consigli comunali ed alla qualita' dei rapporti tra maggioranze e minoranze consigliari.

Cons.ra Donata Borgonovo Re



Post inserito da Insieme per Pine

Commenta queste righe...



IL PIANO DEGLI INVESTIMENTI 2017 - VARIE    venerdė 24/03/2017    PERMALINK

IL PIANO DEGLI INVESTIMENTI 2017

Il protocollo d'intesa in materia di finanza locale 2017 sottoscritto tra Comuni e Provincia ha ridisegnato per i prossimi anni le politiche di entrata e di spesa per gli enti locali. Il rapporto e il dialogo continuo tra Comuni e Comunitā  di Valle saranno le basi su cui costruire le scelte strategiche per le singole municipalitā . La Provincia con la creazione del Fondo Strategico Territoriale ha voluto dare la possibilitā  a Comuni e Comunitā  di guidare la propria politica degli investimenti, individuando all'interno del territorio gli interventi ritenuti strategici.

ENTRETE IN CONTO CAPITALE: per l'esercizio 2017 le entrate in oggetto sono pari a euro 3.411.484,00. In questa voce sono inseriti i contributi in conto capitale erogati al Comune dalla Provincia, dalla Comunitā  di Valle Alta Valsugana Brenstol sul fondo strategico territoriale e trasferimenti dai Comuni di Bedollo e Fornace, dal BIM dell'Adige e dai privati per permessi da costruire.

AVANZO DI AMMINISTRAZIONE: ulteriori entrate in conto capitale potranno essere disponibili a seguito dell'assegnazione di spazi finanziari disponibili da parte della nostro Provincia ai Comuni che hanno avanzo di amministrazione disponibile a fine esercizio 2016. Per il nostro Comune l'avanzo di amministrazione disponibile č pari a circa euro 800.000,00. Entro fine aprile 2017 la Provincia attribuirā  gli avanzi di amministrazione secondo criteri ancora da approvare.

SPESE IN CONTO CAPITALE: di seguito elenco le spese in conto capitale previste per il 2017.

Descrizione

Importo

ALLESTIMENTO INFORMATICO SALA CONSILIARE

12.000,00

MANUTENZIONE CASERMA DEI CARABINIERI

5.000,00

MANUTENZIONE STRAORDINARIA EX SCUOLE VIGO

10.000,00

INTERVENTI ADEGUAMENTO LEGGE N. 81/2008

5.000,00

MANUTENZIONE STRAORDINARIA MUNICIPIO

25.000,00

ACQUISTO ATTREZZATURE INFORMATICHE PER UFFICI - POSTAZIONI DI LAVORO

5.000,00

ACQUISTO ATTREZZATURE INFORMATICHE PER UFFICI - ALTRO HARDWARE

5.000,00

IL RECUPERO DELLA MEMORIA - progetto di riordino e catalogazione dei documenti dell'archivio storico del Comune di Baselga di Pinč dal 1693 al 1975)

63.000,00

PARTECIPAZIONE SPESE DI INVESTIMENTO POLIZIA LOCALE

5.000,00

MANUTENZIONE SCUOLE INFANZIA DIVERSE

10.000,00

MANUTENZIONE STRAORDINARIA SCUOLA INFANZIA DI RIZZOLAGA

28.000,00

INTEGRAZIONE DOTAZIONE ED ARREDI SCUOLE INFANZIA

5.000,00

MANUTENZIONE IMMOBILI SCUOLE ELEMENTARI

10.000,00

INTEGRAZIONE DOTAZIONI ED ARREDI SCUOLA ELEMENTARE

5.000,00

ACQUISTO HARDWARE ISTITUO COMPRENSIVO ALTOPIANO DI PINE'

1.500,00

MANUTENZIONE STRAORDINARIA SCUOLA MEDIA

30.000,00

INTEGRAZIONE DOTAZIONI ED ARREDI SCUOLA MEDIA PROVINCIALE

5.000,00

REALIZZAZIONE NUOVA BIBLIOTECA SOVRACOMUNALE

1.284.000,00

ACQUISTO MOBILI, ARREDI BIBLIOTECA

1.500,00

ACQUISTO ATTREZZATURE, HARDWARE BIBLIOTECA COMUNALE

1.000,00

ACQUISTO STAMPANTE BIBLIOTECA COMUNALE

500,00

ACQUISTO ATTREZZATURE, E BIBLIOTECA COMUNALE

500,00

MANUTENZIONE MUSEO DI VALLE

40.000,00

MANUTENZIONE STRAORDINARIA CENTRO CONGRESSI PINE' 1000

20.000,00

MANUTENZIONE STRAORDINARIA STADIO DEL GHIACCIO

30.000,00

RIORDINO SEGNALETICA VERTICALE - 1' LOTTO BASELGA

16.000,00

RIFACIMENTO SEGNALETICA VERTICALE

26.000,00

ACQUISTO TERRENI/ REALIZZAZIONE MARCIAPIEDE VIA SCUOLE

310.000,00

MANUTENZIONE STRADE COMUNALI

85.000,00

PARCHEGGIO VIA C. BATTISTI

39.000,00

ACQUISTO ATTREZZATURE CANTIERE COMUNALE

5.000,00

RIPRISTINO FUNZIONALITA' IMPIANTO SEMAFORICO ROTATORIA

10.000,00

PROGETTAZIONE STRADA DEL CASTELET

10.000,00

PROGETTAZIONE DIVERSE

30.000,00

SISTEMAZIONE ILLUMINAZIONE PUBBLICA GENERALE

15.000,00

REALIZZAZIONE ILLUMINAZIONE PUBBLICA VIA DELLA DIGA A CAMPOLONGO

39.909,00

ACQUISTO ATTREZZATURE ARREDO URBANO

60.000,00

PROGETTAZIONI URBANISTICHE DIVERSE: SIA ZONIZZAZIONE./PIANI DI RISANAM./P.R.G. ATTUAZ. CAVE

30.000,00

RESTITUZIONE CONTRIBUTI DI CONCESSIONE

5.000,00

CONTRIBUTO STRAORDINARIO CORPO VOLONTARIO VIGILI DEL FUOCO

10.000,00

RIFACIMENTO/MANUTENZIONE STRAORDINARIA FOGNATURE VARIE

40.000,00

MANUTENZIONE RETI IDRICHE DIVERSE

90.000,00

LAVORI VOLTI ALLA SOSTITUZIONE DI PARTE DELLA CONDOTTA ACQUEDOTTISTICA GENERALE SITA NEL COMUNE DI BEDOLLO

300.000,00

MANUTENZIONE IDRANTI

25.000,00

INTERVENTI ED OPERE DI CONSERVAZIONE DEI SITI NATURA 2000 - LAGHESTEL E STERNIGO

25.000,00

INTERVENTI DI CONSERVAZIONE, SISTEMAZIONE RECUPERO DEL PAESAGGIO RURALE MONTANO

60.000,00

REALIZZAZIONE RECINZIONI TRADIZIONALI IN PIETRA

40.920,00

CONTRIBUTO AL COMUNE DI BEDOLLO PER PROGETTO COLLETTIVO A FINALITA' AMBIENTALE SUL TERRITORIO DELL'ALTOPIANO DI PINE'

4.255,00

MANUTENZIONE IMMOBILI ASILO NIDO

5.000,00

ARREDI ASILO NIDO

5.000,00

REALIZZAZIONE CENTRO SERVIZI SANITARI

495.000,00

MANUTENZIONE CIMITERI DIVERSI - nuovi loculi a Montagnaga

25.000,00

TOTALE

3.413.084,00


Relativamente ai principali investimenti sopra indicati č opportuno sottolineare quanto segue:

  1. Realizzazione nuova Biblioteca sovracomunale e realizzazione centro servizi sanitari: per tali opere siamo in attesa della consegna dei progetti esecutivi - nel corso dell'anno si procederā  sicuramente all'appalto delle opere in oggetto;

  2. Lavori alla condotta acquedottistica sita nel Comune di Bedollo: il nostro ufficio tecnico ha elaborato il progetto esecutivo - su tale opera richiederemo alla Pat la possibilitā  di finanziare la stessa a mezzo del nostro avanzo di amministrazione - appalto entro giugno 2017;

  3. Marciapiede e rifacimento strada Via Scuole - Baselga di Pinč: il progetto esecutivo č giā  stato elaborato - per appaltare l'opera si deve concludere l'acquisto di metri quadrati 21 da soggetto confinante con la strada - si presume appalto della opera in oggetto entro fine giugno 2017;

  4. Recupero della memoria: giā  appaltato il progetto di riordino e catalogazione dei documenti dell'archivio storico del Comune di Baselga di Pinč dal 1693 al 1975);

  5. Realizzazione illuminazione pubblica Via alla Diga a Campolongo: progetto esecutivo giā  approvato - avvio della gara d'appalto entro marzo 2017;

  6. Asfaltatura e illuminazione parcheggio Via Cesare Battisti, Baselga di Pinč: progetto esecutivo giā  approvato - avvio della gara d'appalto entro marzo 2017;

  7. Realizzazioni recinzioni in pietra sul territorio comunale: assegnato all'ing. Ciro Leonardelli la stesura del progetto esecutivo;

  8. Manutenzione strade: abbiamo individuato le seguenti prioritā : manutenzione straordinaria della strada che raggiungere l'abitato dei Ferrari; manutenzione straordinaria strada Chalet de la Mot - Meie; asfalti a Tressilla;

  9. Marciapiede Via Caduti: si procederā  all'incarico del progetto esecutivo per la realizzazione delle parti mancanti del marciapiede;

  10. Interventi acquedottistici diversi: prioritā  individuata nella risoluzione delle problematiche relative all'acquedotto delle Sode: giā  assegnato progetto preliminare;

  11. Realizzazione pista interna alla zona cave relativa alla strada del Castelet: giā  assegnato all'ing. Zanetti incarico progetto esecutivo;

  12. Adeguamento vano scale scuola d'infanzia Miola: si procederā  nei prossimi mesi all'affidamento dell'incarico per la stesura del progetto esecutivo.

Principali opere giā  appaltate:

  1. Ristrutturazione fontana del Puel: in esecuzione;

  2. Illuminazione pubblica Via del Lido: in attesa della consegna dei pali - montaggio a carico del cantiere comunale;

  3. Parcheggio Via del Ferar: opera giā  appaltata. Per l'esecuzione della stessa siamo in attesa della sospensione dell'uso civico da parte delle Asuc;

  4. Rifacimento tetto scuola Media: opera giā  appaltata - nei prossimi mesi inizio lavori;

  5. Progettazione Piazza Costalta: siamo in attesa della consegna del progetto preliminare;

  6. Progettazione marciapiede Via del Ferar: giā  elaborato progetto preliminare. Nel corso del 2017 verrā  affidato incarico per progetto esecutivo;

  7. Progettazione pista ciclabile Capitel de le Caore - Ferrari: in attesa della consegna del progetto esecutivo.

Progetti d'ambito - accordi - richieste con Comunitā  di Valle Alta Valsugana Brenstol e Provincia Autonoma

  1. Ciclabile Montagnaga - Levico: nei prossimi mesi i sindaci appartenenti alla Comunitā  di Valle Alta Valsugana Brenstol dovranno decidere come impiegare le somme messe a disposizione dalla Pat nel fondo strategico destinato ad opere sovracomunali. L'intento del nostro Comune č quello di unire il nostro altopiano con il fondo valle della Valsugana. E' giā  stato realizzato il progetto esecutivo che prevede la sistemazione della viabilitā  tra Montagnaga e la localitā  Riposo. Il Comune di Pergine ha giā  elaborato il progetto preliminare di sistemazione della strada tra localitā  Riposo e Viarago e si appresta ad elaborare progetto di strada tra Viarago e Canezza. Vi č unitā  d'intenti tra la nostra amministrazione e quella di Pergine e Levico al fine di utilizzare parte delle somme stanziate per il fondo Strategico per realizzare una strada agricola/pista ciclabile che possa unire i tre comuni citati;

  2. Marciapiede Baselga - Tressilla e in localitā  Campolongo: nei prossimi mesi cercheremo di trovare l'intesa con la Pat per la realizzazione dei marciapiedi citati;

  3. Ristrutturazione o nuova scuola d'infanzia di Baselga: si dovrā  valutare con la Provincia la scelta da compiere per il futuro della scuola d'infanzia di Baselga.







Post inserito da Insieme per Pine'

Commenta queste righe...



Visita allo stadio di Inzell - VARIE    mercoledė 04/01/2017    PERMALINK


Interessante visita allo stadio del ghiaccio coperto di Inzell (Germania). Appunti di viaggio


Al fine di contribuire fattivamente alla discussione che si sta aprendo sulla ipotizzata copertura della pista lunga presso lo stadio del ghiaccio, pubblichiamo di seguito la relazione relativa ad una nostra recente visita presso l'impianto coperto di Inzell (Germania), uno degli stadi coperti di riferimento nel panorama internazionale. Speriamo che i dati e le informazioni qui riportate possano risultare utili per comprendere le dimensioni dell'impegno che ci si andrebbe ad assumere qualora si intendesse perseguire il medesimo obiettivo.

Inzell e' un paese della Baviera di circa 4500 abitanti situato a 700 metri di altitudine. Il suo rapporto con il pattinaggio inizia verso la fine degli anni '50, quando viene realizzata una pista lunga per competizioni su un laghetto che si trova a una quota di circa 900 a 5 km dal paese. Il sindaco di allora vede nel pattinaggio di velocita' un'opportunita' per promuovere la localita' dal punto di vista turistico e nel 1963 si fa promotore della realizzazione di un pista artificiale da 400 metri nei pressi del paese. Nel 1986 la pista sara, dotata di impianto di refrigerazione offrendo maggiori garanzie per l'organizzazione di competizioni di rilievo internazionale. Dal 1996 si inizia a parlare dell'opportunita' di aumentare il grado di sicurezza circa la qualita' del ghiaccio mediante la possibile realizzazione della copertura della pista lunga. Ma e' solo dopo aver ospitato i mondiali di pattinaggio distanza singola che la discissione si fa piu, concreta. Dopo tre anni di confronti e valutazioni sui costi di realizzazione e gestione e di ricerca delle fonti di finanziamento, nel 2009 iniziano i lavori per la realizzazione della copertura sulla pista costruita nel 1986, lasciando quindi inalterato il sistema di refrigerazione ad ammoniaca. Il finanziamento di complessivi 34 milioni viene assicurato per l gran parte (30 milioni) dal Land della Baviera e dallo stato centrale, mentre il comune partecipa per una parte residuale pari a 4 milioni.

I lavori vengono ultimati in soli tre anni nel 2011, consegnando una splendida struttura sia dal punto di vista funzionale che architettonico. Colonne esterne alla pista consentono di apprezzare con un solo colpo d'occhio le impressionanti dimensioni dello stadio: 200 metri di lunghezza per 82 metri di larghezza e 27 metri di altezza. L'altezza dello stadio e' interrotta a 13 metri dalla presenza di un telo bianco con funzione di ridurre il volume d'aria da condizionare e per aumentare la luminosita' dell'interno riflettendo la luce che attraversa e pareti vetrate esterne. La curva e' di 25 e 29 metri come la pista di Baselga, 2600 posti a sedere e 2800 in piedi piu' piccole zone per VIP e sponsors. All'esterno della pista e' stata realizzata una corsia in Tartan per riscaldamento atleti. All'interno, il campo 30x60 e uno spazio pavimentato usufruibile come campo di calcetto. La copertura e' movimentata dalla presenza di 12 oblo sporgenti che avrebbero dovuto assicurare un maggior grado di illuminazione naturale della pista.

Il sistema di aerazione dello stadio, in funzione dal 2011, ha una capacita' di 100 mila mc aria/h. Con questa capacita' servono 3 ore per ricambiare completamente il volume dell'aria, mantenuta costantemente a 14 e' C e 40% di umidita'. La costanza di queste condizioni climatiche e' importante sia per le prestazioni atletiche sia per ridurre il consumo ghiaccio. Il fondo del ghiaccio e' realizzato impiegando acqua normale mentre si utilizza acqua demineralizzata per eseguire la finitura. La temperatura del ghiaccio e' mantenuta a -7C .

Il costo totale della gestione e' di circa 1 milione di euro; 500 mila euro solo per la gestione del sistema di climatizzazione, mentre l'altro 50% dei costi e' riconducibile a da tutte le altre spese, compreso il costo del personale costituito da 9 dipendenti: 5 impiegati nel fare il ghiaccio, 2 amministrativi e 2 alle casse. Rispetto a quanto preventivato in sede progettuale, ci sono stati aumenti di costi per l'energia a seguito di Fukushima che non e' possibile abbattere avvalendosi della produzione in proprio di energia attraverso pannelli solari in quanto la zona dello stadio e' particolarmente in ombra e per la lunga presenza della neve nel periodo di maggior utilizzo dell'impianto.

Le entrate sono di circa 500 mila euro, comprese 100 mila euro/anno assicurate da un benefattore per 20 anni. Quest'anno le entrate dovrebbero salire a 600 mila per via dell'aumento dei prezzi dei biglietti. Le entrate sono assicurate principalmente da atleti. Il biglietto di entrata costa 9 euro per 1,5 h per pista lunga. La pista lunga e' riservata quasi esclusivamente agli atleti, mentre raramente si consente l'entrata al pubblico; cio' permette una maggior durata del ghiaccio rispetto per esempio a cio' che si verifica a Heerenveen.

Inzell e' in una zona centrale, a soli 36 km da Salisburgo e a 100 km Monaco. Mentre si colloca ad un'ora dalle piste di sci (quindi non incidono sui pernottamenti). La sua vocazione turistica e' attestata dai 600.000 pernottamenti all' anno, prevalentemente costituiti da ospiti tedeschi. Sportivi olandesi arrivano ad inizio stagione e a Natale. La copertura della pista e il suo rilancio sul piano internazionale hanno invertito la tendenza sull'andamento delle presenze, le quali sono ritornate a crescere dopo un periodo di costante contrazione numerica.

La pista lunga e' in funzione da fine settembre ad inizio marzo. Dopo di che il ghiaccio viene portato ad uno spessore di 18 cm per consentire esibizioni di speedway che richiamano circa 2000 persone per due giorni di evento.

Al termine serve circa un mese per far sciogliere il ghiaccio, dopo di che lo stadio puo' essere utilizzato per altre manifestazioni anche se, a detta della guida, non sempre la struttura risulta ottimale per ospitare concerti. Cio' in quanto in fase di progettazione e' stato necessario attenersi alle preminenti finalita' sportive dell'impianto per poter avvalersi del contributo della Baviera e dello stato tedesco.

Domande poste alla guida:

  1. Cosa non si rifarebbe ?

Se dovessero rifare la copertura non farebbero i 12 oblo che sono costati un milione e che non apportano alcun beneficio in termini di incremento dell'illuminazione.

  1. Le dimensioni dell'impianto sono corrette per l'uso che ne viene fatto ?

Le dimensioni sono un compromesso fra necessita' diverse, ma sostanzialmente sono corrette.

  1. Baselga potrebbe essere un competitor ?

No, Baselga potrebbe contribuire ad aumentare l'utenza interessata rendendo piu' ambia la torta da spartire. Rispetto a Baselga, Inzell ha il vantaggio di essere in un territorio pianeggiante e attrattivo per coloro che intendono abbianare il ghiaccio con la bici. Per altri versi ci assomigliano: esempio siamo entrambi piccoli paesi.

  1. C'e' un interesse da parte degli olandesi per l'organizzazione di maratone ?

Difficile, per l'organizzazione di maratone bisogna lavorare con la federazione olandese e cio' non e' sempre facile. Ha dato meno risultati di quanto sperato.





Post inserito da Insieme per Pine

Commenta queste righe...



Questa č la pagina 73 del Blog Insieme per Pine'