Area Artigianale di Tressilla - incontro - Blog Insieme per Pine'
Area Artigianale di Tressilla - incontro 15/07/2011    PERMALINK

Giovedi' 14 luglio presso la Sala dei Patti Territoriali di Baselga di Pine' si e' tenuto un incontro rivolto in particolare alle aziende artigiane per illustrare le modalita' per l'acquisto dei lotti presso l'area artigianale in corso di ultimazione a Tressilla.

 
Il presidente della associazione artigiani del C4 Alessandro Tamanini ha presentato i relatori presenti e dopo il saluto del sindaco di Baselga di Pine' dott. Ugo Grisenti e del consigliere comunale Marisa Tiziano (delegato alla valorizzazione dell'imprenditoria artigianale e alle aree artigianali) ha preso la parola il responsabile del servizio Industria e Artigianato della Provincia Autonoma di Trento dott. Daniele Bernardi che ha illustrato la procedura prevista:
L'ultimazione dell'area avverra' nel mese di novembre 2011. La giunta provinciale ha riservato quattromila metri quadri per una azienda locale che aveva presentato apposita richiesta e che per la valenza occupazionale ha ottenuto tale riserva. Il resto di circa 10mila metri quadri sono disponibili per l'acquisto da parte di aziende che svolgono attivita' produttive, sia che siano imprese artigianali che industriali e rispondendo ad una specifica domanda, possono essere acquistati anche da elettricisti, idraulici e aziende edili come magazzino/deposito. Non puo' essere invece acquistata da aziende che effettuano commercio al dettaglio.
 
Le domande devono essere presentate dal 1 ottobre al 20 dicembre 2011 (se successivamente a questa scadenza, rimangono ancora aree disponibili, sara' possibile inoltrare altre domande) ed e' previsto l'insediamento nella primavera del 2012 (il collaudo dell'area dovrebbe avvenire a maggio 2012). Tutte le domande presentate nel trimestre avranno la stessa priorita' sia che vengano presentate il primo giorno che l'ultimo previsto.
La provincia fissera' un prezzo di mercato pieno, poi verranno applicate delle riduzioni a tale prezzo in quanto chi acquistera' un lotto in quell'area deve sottostare ai seguenti vincoli:
- costruire entro una determinata data
- mantenere l'occupazione indicata nella domanda di acquisto per 5 anni
- destinazione ad area produttiva della area di durata ventennale
- vincolo del nulla osta da parte della provincia per il trasferimento di qualsiasi diritto reale compresa la vendita.
 
Il prezzo puo' essere ridotto fino ad un 30% (come previsto dalla legislazione/regolamenti vigenti per i vincoli sopracitati), oltre a questa prima riduzione c'e' un contributo del 15% o del 25% a seconda di alcuni parametri che variano da azienda ad azienda (metratura acquistata, l'aver richiesto o no in passato altri contributi, etc.).
 
Pertanto partendo da un ipotetico 150 euro per metro quadro (il prezzo non e' ancora stato fissato per l'area artigianale di Tressilla) con la riduzione iniziale del 30% si arriva a 105 euro e con i contributi si puo' arrivare a 80/90 euro a metro quadro. Per l'acquisto non si pagano diritti notarili e neppure l'IVA. Sono inoltre previsti altri contributi (nell'ordine del 7%) per la costruzione del capannone.
 
La graduatoria verra' stilata in base alla capacita' occupazionale dell'azienda e ad altri parametri di solidita' e stabilita' della stessa. Viene calcolato un parametro medio di 400 metri quadri per addetto, valutato pero' anche tenendo in la tipologia dell'azienda, in quanto ad esempio per una falegnameria si prevedono 600/700 metri quadri per adetto.
 
Non esite un lotto minimo, ma visto che la graduatoria prevedere tra i requisiti il numero di addetti, vi e' comunque la possibilita' per i singoli artigiani di accorparsi per la richiesta di un lotto piu' grande e poi la provincia vendera' direttamente ai singoli interessati.
 
E' previsto un indice di fabbricabilita' del 50% (in parte derogabile), il restante verra' destinato a piazzali/parcheggio/area di accesso. 
 
Verra' inoltre data priorita' alle aziende:
- che sono "mastro artigiano"
- che sono in procedura di esproprio
- che si spostano dai centri abitati per incompatibilita' dei lavori
- che si ampliano
 
Naturalmente sono previste delle penali per le aziende che non rispettano i vincoli indicati nel contratto.
 
 
Per maggiori informazioni conttattare:
Servizio Industria e Artigianato via Trener, 3 - 38121 TRENTO TN
Tel: 0461.495755 Fax: 0461.495868 E-mail: serv.industria@provincia.tn.it

Post inserito da Andrea Nardon - Insieme per Pine'


- Inserisci il tuo commento -

Nome:
Commento:
Codice antispam da copiare nella casella accanto prima dell'invio del messaggio:
Codice AntiSpam:    BFG56RTE9