Insieme per Pine' - Baselga di Pine'
  HOME  |   CHI SIAMO  |   BLOG  |   NEWSLETTER  |   CONTATTI  |  INDICE |    424773 visite


Gestione associata - Blog Insieme per Pine'
Gestione associata 29/07/2016

Gestione associata: fidanzamento forzato, ma matrimonio d'amore.

Auspichiamo che l'approvazione della convenzione per la gestione associata dei servizi comunali fra i comuni di Baselga, Bedollo e Fornace sia l'inizio di quel precorso di avvicinamento che porti ad una consapevole scelta verso la fusione, partendo dalla condivisione della visione sul futuro delle nostre comunità  e non solo dalla necessita' di contenere i costi della macchina amministrativa.

L'approvazione della convenzione per la gestione dei servizi comunali che verra' sottoscritta dai comuni di Baselga, Bedollo e Fornace e' a tutti gli effetti un momento storico. Siamo convinti che nella trattativa che ha preceduto la stesura della convenzione il nostro sindaco sia riuscito nella difficile opera di tutelare gli interessi del nostro comune senza pregiudicare l'auspicato risultato.

Ciononostante, proprio l'importanza di questo momento, ci induce ad fare una riflessione che vorremo condivide con i cittadini di questi nostri tre comuni.

L'organizzazione delle nazioni unite così come l'unione europea stanno perdendo credibilita', cresce la disaffezione nei loro confronti, cala la fiducia della gente e la disponibilita' dei cittadini a riconoscersi nel loro operato. Molte sono le cause, ma certo non e' estraneo a questo processo anche quello che viene definito come il 'deficit democratico-, vale a dire la scarsa legittimità  democratica di queste istituzioni, i cui rappresentanti con reali poteri decisionali non sono direttamente eletti dai cittadini che essi dovrebbero rappresentare.

Siamo partiti forse da troppo lontano, e forse il paragone e' un pochino tirato, ce ne rendiamo conto, ma fatte le dovute differenze, anche per quanto riguarda la gestione associata dei servizi comunali possiamo alla lunga correre gli stessi rischi.

Decisioni importanti sono infatti trasferite alla conferenza dei sindaci, all'interno della quale vigono rapporti che, per quanto bilanciati da meccanismi di compensazione, possono prescindere dagli impegni presi singolarmente con i loro elettori. E' opportuno quindi che questa situazione organizzativa sia temporanea, limitata per al tanto necessario per conoscersi reciprocamente, una sorta di fidanzamento in vista di un più solido matrimonio.

In questo senso, benche' la gestione associata sia stata definita essere un fidanzamento forzato, ci auguriamo che non finisca per diventare una fusione anch'essa forzata. Vorremmo che essa possa rappresentare invece un'opportunita' per comprendere che e' interesse comune di queste nostre comunita' l'orientarsi verso una fusione consapevolmente voluta, al fine di ricostruire quell'unità  di intenti e di territorio che gia' avevamo sperimentato in passato.

Se non riusciamo a maturare questa consapevolezza rischieremo di perdere completamente la nostra identità  e con essa la possibilità  di scegliere delle vie autonome allo sviluppo economico e alla gestione del nostro territorio.

Diciamo questo indirizzandoci in primo luogo ai rappresentanti dei tre comuni che oggi si aggregano per la gestione associata di alcuni servizi, ma e' un invito che estendiamo anche ai rappresentati della amministrazioni separate degli usi civici, la cui frantumazione genera non solo un incremento dei costi, ma comporta anche l'attuazione di politiche gestionali non più adeguate alle emergenze economiche che le nostre comunità  stanno vivendo.

Auspichiamo pertanto che a breve si inizi a parlare ad alta voce anche da noi di fusione, iniziando quel percorso di avvicinamento che parta dalla condivisione della visione sul futuro delle nostre comunità  e non sia imposto solo dalla necessità  di contenere i costi gestionali o condizionato dai vantaggi derivanti dai momentanei contributi ed agevolazioni messe in campo dal governo provinciale.

Post inserito da Insieme per Pine'

- Inserisci il tuo commento -

Nome:
Commento:
Codice antispam da copiare nella casella accanto prima dell'invio del messaggio:
Codice AntiSpam:    BFG56RTE9